Anna Politkovskaja.

Anna Politkovskaja. Reporter per amore

Una giornalista russa, Anna Politkovskaja, uccisa per aver denunciato gli errori e gli orrori dalla guerra in Cecenia e del regime di Vladimir Putin. Le hanno sparato 5 colpi di pistola il 7 ottobre del 2006. Da allora a oggi, quando scrivo questo articolo, sono passati 15 anni.

Anna Politkovskaja, nata a New York il 30 agosto del 1958, è stata giustiziata a 48 anni. Ha lasciato due figli ed è morta prima di riuscire a conoscere la sua nipotina Anna Viktorija, nata pochi mesi dopo il suo assassinio. Vladimir Putin compie gli anni proprio il 7 ottobre (giorno dell’omicidio di Anna) e Ramzan Kadyrov li compie il 5 ottobre. Entrambi sono ancora alla guida rispettivamente di Russia e Cecenia. Entrambi Anna, in occasioni diverse, li aveva paragonati a Stalin.

Ma chi ha dato l’ordine di uccidere Anna Politkovskaja? Non esiste una verità giudiziaria, perché a essere stati puniti sono stati esclusivamente gli esecutori (o i capri espiatori). Solo ipotesi: Putin, Kadyrov,  un “regalo avvelenato” a uno o all’altro, i militari russi…

Ma i misteri su Anna Politkovskaja sono anche altri. Perché rimase in Russia (rischiando la vita e subendo umiliazioni e minacce) e non andò invece all’estero, dove era amata e ammirata? Perché finì il suo grande amore con Alexander, Sasha, Politkovsky, suo marito per oltre 20 anni? Chi erano le persone di cui si poteva fidare? Ebbe davvero un grande amore in Norvegia, come racconta in documentario nel 2001?

Avevo già raccontato Anna Politkovskaja nel mio romanzo per ragazzi Il sogno di Anna (Feltrinelli). Ora la metto al centro di un romanzo ispirato alla sua vita e alla sua missione: Anna Politkovskaja. Reporter per amore, in uscita a gennaio 2022 per l’editore Morellini.

 

«Certe volte le persone pagano con la vita il fatto di dire ad alta voce ciò che pensano. Una persona può perfino essere uccisa semplicemente per avermi dato un’informazione. Non sono la sola a essere in pericolo»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.