I libri si comprano in libreria.

La libreria non è un negozio come gli altri. Non vende prodotti, ma dispensa sogni, avventure, emozioni. I librai (quelli veri) non sono commessi, ma amici, consulenti, suggeritori, sobillatori. Ti guardano negli occhi, ti fanno un paio di domande e capiscono tutto. O almeno, capiscono quali libri ti potrebbero piacere e, fra le migliaia di titoli sul mercato, ti consigliano quelli giusti. Insomma, i libri si comprano in libreria!

I librai, specie quelli indipendenti, fanno un lavoro prezioso e coraggioso. Si battono contro le grandi catene e lo strapotere del Web. Gli sconti indiscriminati e la consegna a domicilio.

La libreria in carne e mattoni sta a quella virtuale come il cinema sta alla tv. Quando vai al cinema ti vesti bene, esci di casa, ti prepari a un evento e lo fruisci a 360°. Quando resti a casa davanti alla tv subisci lo spettacolo più passivamente, non di rado in ciabatte e pigiama.

Ecco, togliti il pigiama e mettiti in ghingheri: da qualche parte, c’è un libraio che ti aspetta per consigliarti un buon libro.

Lucia con Cristina Di Canio, libraia indipendente di Milano.

 

Qui trovi alcune librerie amiche, dove Una sconosciuta è disponibile e consigliato.

  • A Milano: Il mio libro La scatola lilla, di Cristina Di Canio, via Sannio 18.
  • A Cortona (uno dei luoghi del libro, dove ci vediamo il 29 novembre): cartolibreria di Roberta Nocentini, in via Nazionale 32 (Rugapiana).
  • A Sassari in viale Mancini 15 c’è la Azuni di Emiliano Longobardi, libraio da 27 anni (ha iniziato giovanissimo).
  • A Torino, Massimo Trombi anima e dirige Binaria Book, un luogo magico di crescita e cultura.
  • A Lucca, non negatevi la cortesia e la professionalità di Gina Truglio, libraia della Ubik in pieno centro (via Fillungo 137).
  • A Castiglion del Lago (altro luogo del romanzo, dove ci vediamo il 28 novembre alle 18), da non perdere la libreria Libri parlanti di Monica Fanicchi.
  • A Cantù, Manuela Maspero anima Libooks (Una sconosciuta sarà presentato qui il 2 dicembre alle 11).
  • Il sogno (realizzato) di Christian Bavaro e Stefania Riccardo (coppia nel lavoro e nella vita) è la libreria Libriamoci di Bitritto (BA).
  • A Lavagna (GE), se volete perdervi fra i libri e ritrovarvi grazie al consiglio di un libraio appassionato, entrate nella libreria Fieschi (via Dante 36).
  • A Pisa, l’indirizzo giusto (corso Italia 82) è la libreria Fogola di Monica Bellomini Genovesi.
  • A Bologna Una sconosciuta si svelerà venerdì 1° febbraio: Mondadori Bookstore di via D’Azeglio.
  • A Senigallia Catia e Giovanna della libreria Iobook amano (e consigliano) i gialli migliori. Qui l’appuntamento è per il 2 febbraio.
  • A Monopoli è attivissima la libreria Minopolis

 

Librai che avete letto e amato Una sconosciuta e lo consigliate, fatevi vivi! Vi segnaleremo ai lettori.

 

Info su Una sconosciuta: www.luciatildeingrosso.it/libri/una-sconosciuta/

 

2 commenti su “I libri si comprano in libreria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *