Leggere, leggere, leggere

Le case editrici sono piene di manoscritti di scrittori che non leggono. E non pensiate che non se ne accorgano. Leggere è fondamentale per poter scrivere (bene). Leggendo si imparano costruzioni e termini nuovi, si affina il proprio senso estetico e quello per il ritmo, si tasta il polso al mercato, si capisce che cosa […]

Leggi di più…

Dove trovo l’ispirazione per scrivere una storia?

Ovunque. Gli scrittori sono ladri: di storie, idee, sensazioni, dialoghi, esperienze. “Gli scrittori sono completamente amorali e, pur di scrivere il loro libro, non esitano a rapinare, prendere in prestito, elemosinare o rubare da tutto e da tutti” diceva lo scrittore William Faulkner. Prendete i mezzi pubblici e osservate le persone, ascoltate i loro dialoghi: […]

Leggi di più…

Giornalismo: gli elementi dell’articolo

L’articolo deve avere un titolo che attira e invoglia a leggere, deve dare un’indicazione del contenuto, senza entrare troppo nel merito. Vanno bene anche giochi di parole o richiami di titoli o modi di dire famosi. “A qualcuno piace freddo” può funzionare come titolo di un articolo su come aprire una gelateria; “Amiche per la […]

Leggi di più…

Scrivere per vendere: ecco come

“Libri usati e non” questo il cartello nella vetrina di una cartoleria. Non vi viene tristezza solo a vederlo? Non sarebbe stato più invitante un cartello che comunicava invece “Libri nuovi & usati”? Perché evidenziare la categoria peggiore (libri usati) e nascondere quella migliore (libri nuovi) dietro la sola negazione? Questo piccolo esempio introduce il […]

Leggi di più…

Scrivere un giallo: quali e quanti personaggi

Non troppo pochi, sennò l’assassino salta più facilmente all’occhio. Non troppo numerosi, sennò il lettore si perde. Se sono tanti, utile un loro elenco all’inizio (senza svelare troppo). Utile anche caratterizzarli in modo deciso, dal punto di vista fisico e caratteriale. No a nomi e aspetti troppo simili, altrimenti il lettore si confonde. Il tutto […]

Leggi di più…

Giornalismo: lo stile

Il giornalismo richiede uno stile semplice, lineare, comprensibile a tutti. L’obiettivo del giornalista non è scrivere bene, ma comunicare la notizia. Frasi brevi, poche subordinate, al posto del punto e virgola piuttosto mettete un punto. Avverbi? Meglio di no. Appesantiscono il testo e nella maggior parte dei casi possono essere tranquillamente eliminati senza che il […]

Leggi di più…

Tutti i romanzi sono autobiografici (ma fino a un certo punto)

Chi inizia a scrivere narrativa, è naturale che parli di sé e di una realtà che conosce. Una ragazza milanese di 15 anni che frequenta il liceo scientifico, probabilmente parlerà di una coetanea che le assomiglia con cui condivide studi e interessi. Parlare di ciò che conosciamo ci rende sicuri e credibili. Ma non dobbiamo […]

Leggi di più…

Qualche dritta per dialoghi credibili

Premessa: la letteratura non ha la pretesa di rendere il parlato nella sua autenticità. I dialoghi dei romanzi sono giocoforza un po’ artefatti, perché funzionali alla storia e più sintetici. Però devono essere credibili. E qui veniamo al primo errore che fanno gli esordienti: far parlare tutti i personaggi con la propria voce. E invece […]

Leggi di più…

Scrivere un giallo: quando far succedere il delitto?

La maestra Agatha Christie, in genere, faceva accadere il fattaccio mai prima di pagina 30. Gli autori di thriller americani lo piazzano a pagina 1. Nel primo caso, si ha la possibilità di presentare meglio personaggi e ambienti. Nel secondo, si aggancia subito l’attenzione del lettore.   […]

Leggi di più…