Giornalismo: lo stile.

Il giornalismo richiede uno stile semplice, lineare, comprensibile a tutti. L’obiettivo del giornalista non è scrivere bene, ma comunicare la notizia. Frasi brevi, poche subordinate, al posto del punto e virgola piuttosto mettete un punto. Avverbi? Meglio di no. Appesantiscono il testo e nella maggior parte dei casi possono essere tranquillamente eliminati senza che il significato cambi. Altrimenti, possono essere sostituiti da espressioni più snelle. Non è necessario scrivere in modo letterario, ma è indispensabile scrivere in modo corretto. Attenzione perciò ai refusi, ai nomi di persone e località sbagliati, alle incongruenze all’interno del testo (a riga 10 dite che l’incidente è avvenuto in piazza De Angeli, alla riga 32 che si è svolto in piazzale Siena). Spesso non ci accorgiamo dei nostri errori, perciò è consigliabile far leggere il testo a qualcuno che ci è vicino (ma non troppo).

Stile semplice, corretto, ma anche curato: la fredda cronaca non basta o il lettore ci abbandonerà a riga 2. Si chiama infotainment: cioè informare divertendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.